Il Vicesindaco Metropolitano Riccardo Mauro sulla stabilizzazione dei precari

pubblicato 2018/10/04 12:02:52 GMT+1,
Parte da Palazzo Alvaro un plauso alla Regione Calabria per la stabilizzazione degli oltre 60 lavoratori dei Centri per l’impiego.

E’ il Vicesindaco e Delegato al Personale della Metro City, Riccardo Mauro, ad inviare all’indirizzo del Governo Calabrese il proprio compiacimento per l’ottimo risultato conseguito nella lotta al precariato e alla disoccupazione, alla quale sono perfettamente allineati Metro City e Comune reggino: la stabilizzazione di 104 Lsu/Lpu, importantissima conquista, ultima in ordine di tempo, ottenuta dal Sindaco Giuseppe Falcomatà con il Vicesindaco Neri.

“Sinergia tra Istituzioni è la parola chiave di cotanti risultati in un ambito, quello dell’occupazione, di fondamentale importanza – sono le parole del Vicesindaco Mauro-. Un risultato importantissimo per gli ex precari della Città Metropolitana, da giugno di competenza regionale, con la quale non posso che congratularmi per la celerità dell’azione amministrativa che regala a tante famiglie un futuro più sicuro. Ma i veri protagonisti sono loro, i lavoratori, che ho avuto la fortuna di conoscere personalmente e che stimo quali professionisti validi e competenti. Ho sinceramente gioito per il raggiungimento del meritatissimo traguardo. Ed era stato indefesso l’impegno, anche da parte dell’Amministrazione metropolitana, al fianco di questi lavoratori,  prima del passaggio di competenze, per l’ottenimento di risultati importantissimi, quali l’aumento delle ore e il passaggio da  part-time a full-time, grazie anche alla impegno delegata Belcastro. In questa terra che vive la piaga della disoccupazione – conclude Mauro -  una Pubblica Amministrazione  che si batte in modo concreto contro il precariato e riesce ad innalzare i livelli di occupazione non va che salutata con grande sostegno ed ammirazione. Tanto c’è ancora da fare, ma proseguiamo sulla strada intrapresa che, con impegno e passione, ci porterà ad altri importanti risultati”.

torna all'inizio del contenuto