Riunione tecnica sulla stagione balneare 2018

pubblicato 2018/06/07 16:48:49 GMT+2,
Un incontro, confronto con sindaci dei comuni litoranei e operatori del settore, preziosi interlocutori per la programmazione della stagione estiva.

In vista dell’apertura della  stagione balneare 2018 la Città Metropolitana di Reggio Calabria ha ospitato la riunione tecnica che ha visto operare in piena sinergia l’Amministrazione Metropolitana, guidata dal Sindaco Giuseppe Falcomatà, col consigliere delegato Antonino Nocera, e le autorità marittime, il Contrammiraglio Giancarlo Russo, Comandante della direzione marittima di Reggio Calabria e il Comandante Donato Zito, Caposezione demanio Capitaneria di Porto di Reggio Calabria, col supporto tecnico dell’ingegnere Pietro Foti, dirigente del settore salvaguardia coste, ambiente e demanio idrico dell’Ente metropolitano.

Un incontro, confronto con sindaci dei comuni litoranei e operatori del settore, preziosi interlocutori per la programmazione della stagione estiva. Tanti i chilometri di costa che arricchiscono il territorio metropolitano che, tra non molto, saranno presi d’assalto dai bagnanti e dai turisti.

Ha introdotto i lavori il consigliere Nocera, spiegando l’importanza di tale condivisione di idee: “Obiettivo è la pianificazione delle attività, il recupero e la valorizzazione delle aree degradate e la creazione di un fondamentale rapporto tra aree costiere ed entroterra, il tutto concretizzando la sostenibilità turistica. Creeremo una consulta del mare – prosegue Nocera - costituita dai rappresentanti dei Comuni litoranei, dagli operatori di settore e dalle associazioni. Accoglieremo le vostre proposte dando vita ad un percorso condiviso”.

Il Sindaco Falcomatà, nel suo intervento di saluto, ha messo in luce gli aspetti più caratteristici della nostra città e del suo rapporto storicamente conflittuale col mare, che nei tempi più remoti non costituiva una risorsa ma un vero e proprio pericolo.

“Oggi dobbiamo ribaltare questo rapporto trasformando Reggio, da città sul mare a città di mare. La programmazione delle opere pubbliche – ha spiegato Falcomatà - ha proprio questo obiettivo, così come l’apertura del dialogo tra operatori, istituzioni, autorità marittime, e tutti coloro che condividono con noi l’interesse ad una stagione estiva sicura e proficua”.

Il Sindaco ha poi fatto un accenno alle attività di messa in sicurezza del territorio rispetto al dissesto idrogeologico, anticipando incontri secondo il principio del lavoro sinergico che caratterizza, da sempre, l’attività dell’amministrazione di Palazzo Alvaro, per la programmazione e l’impiego dei 40 milioni di euro messi in campo dalla Regione Calabria.

 “Come ogni anno – ha affermato l’Ammiraglio Russo – organizziamo l’incontro con gli operatori, per affinare le procedure per la corretta e ordinata fruizione di coste e strutture; quest’anno abbiamo sposato l’idea del Sindaco e del Consigliere Nocera di un incontro condiviso, per il recepimento dei preziosi segnali che arrivano dai territori, passando per il coinvolgimento costruttivo dei Comuni”.

Il comandante Zito ha posto l’accento su un aspetto fondamentale per dare vita ad una stagione balneare e turistica il più proficua possibile: “Vi invito – ha detto il Comandante agli operatori presenti – a dare il via alle attività stagionali prima dell’inizio di giugno e a terminarle alla fine del mese di settembre”. Una considerazione, quella del Comandante, condivisa da tutti, in una città dalle caratteristiche climatiche uniche che consentirebbero una stagione balneare lunghissima. In tema sicurezza Zito ha sollevato la proposta di un servizio di salvataggio anche sulle spiagge libere.

“Il piano spiagge è uno dei sistemi più complessi da affrontare anche per il numero di interlocutori interessati, oltre che per le problematiche ad esso connesse”, sono state le parole dell’ingegnere Foti che ha fornito qualche prezioso dettaglio tecnico sull’argomento.

Infine spazio a osservazioni, richieste e proposte da parte di sindaci e operatori.

 

torna all'inizio del contenuto