Stati Generali delle Politiche giovanili

pubblicato 2019/11/25 13:53:00 GMT+2,
Stati generali delle politiche Giovanili, una iniziativa fortemente voluta dal Sindaco della Città  Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, che è divenuta realtà grazie al lavoro del Settore 5 dell’Ente, Istruzione e Formazione Professionale, guidato dal dirigente Francesco Macheda, che ha attuato concretamente la programmazione deliberata  dalla MetroCity e le proposte del consigliere delegato alle Politiche Giovanili, Antonino Castorina.

Un programma intenso e un calendario serrato che ha visto la partecipazione di oltre 100 giovani, studenti universitari, amministratori e ospiti che hanno arricchito, con i loro interventi il bagaglio di ogni partecipante.

Stati generali delle politiche Giovanili, una iniziativa fortemente voluta dal Sindaco della Città  Metropolitana di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, che è divenuta realtà grazie al lavoro del Settore 5 dell’Ente, Istruzione e Formazione Professionale, guidato dal dirigente Francesco Macheda, che ha attuato concretamente la programmazione deliberata  dalla MetroCity e le proposte del consigliere delegato alle Politiche Giovanili, Antonino Castorina.

Prossimo step la creazione di un libro bianco delle idee, all’interno del quale verranno sviluppate nuove prospettive amministrative, gestionali ed economiche viste con gli occhi dei giovani abitanti ed amministratori dell’area metropolitana di Reggio Calabria.

Nel corso della prima giornata si sono alternati gli interventi di Nicola Irto, Presidente del Consiglio Regionale, che ha portato i saluti istituzionali dell’ente; di Domenico De Maio, direttore dell’Agenzia Nazionale dei Giovani; di Marco Porcaro, Presidente di Anci Giovani Calabria; del dirigente Francesco Macheda,del delegato Castorina e della Presidente della Commissione Politiche Giovanili dell'ente  metropolitano Adele Briganti. Momento clou è stato il dialogo con l’ex procuratore nazionale antimafia e attuale deputato europeo Franco Roberti, insieme all’Onorevole Rosanna Scopelliti.

Il 23 novembre, seconda giornata di programmazione, si è registrata la nutrita partecipazione del Comitato Sportivo Italiano (CSI), che ha dato vita a due seminari su Sport ed educazione con il suo presidente, Paolo Cicciù. Su altri tavoli si è sviluppato contemporaneamente il forum su Europa e processi di integrazione, all’interno del quale, attraverso un dialogo serrato tra pubblico e relatori, si sono sviluppati gli interventi di Luca Gaetano, vice sindaco di San Ferdinando, di Francesco Danisi, componente del Consiglio Direttivo del CNG, e di Tina Foti, Consigliere Comunale di Montebello Ionico e Luca Cristarella Consigliere delegato allo Sport della Università Mediterranea di Reggio Calabria.

Un altro contributo interessante è stato quello del forum sulla Pubblica Amministrazione, con Sebastiano Megale, referente delle politiche giovanili di AnciLab Dote Comune Network. Insieme a lui, nel forum moderato da Andrea Casu, si sono sviluppati gli interventi di Fabio Nicita e Vincenzo Cuzzola, dirigenti della Città Metropolitana. Insieme a loro hanno contribuito allo sviluppo del forum Pietro Marchionni, coordinatore del gruppo infrastruttura europea sui Blockchain di Agid, l’agenzia per la digitalizzazione italiana, ed Ernesto Maria Ruffini, avvocato tributario ed ex direttore dell’Agenzia delle Entrate ed amministratore delegato di Equitalia.

La giornata del 23 si è conclusa con l’intervento di Dino Giarrusso, giornalista e deputato europeo, introdotto da Miriam Noemi Idone, Coordinatrice Metropolitana di Anci Giovani.

La giornata conclusiva della kermesse, che avrebbe dovuto registrare la presenza del Vice Ministro all’istruzione, Anna Ascani, insieme all’eurodeputato Brando Benifei, è stata, purtroppo, rinviata a causa delle avverse condizioni meteo che hanno interessato l’intera area dello Stretto, con particolare intensità proprio sul Comune di Scilla, che ha ospitato l’evento.

 L’incontro sarà riprogrammato per rendere completo il ciclo di appuntamenti che erano stati pensati per questa importante iniziativa.

Una sinergia che ha coinvolto istituzioni e attori sociali a tutti i livelli dalla quale scaturirà la predisposizione di un libro bianco di idee che sarà portato all’attenzione dei deputati europei e del governo regionale.

torna all'inizio del contenuto